mercoledì 29 maggio 2013

IL PREMIO DI PREPARAZIONE MALEDETTO

Questo è il periodo dove inizia a sorgere questo problema, l'articolo più letto di sempre sul Blog, con oltre 12.000 lettori, l'argomento è l'amato/odiato PREMIO DI PREPARAZIONE, mi preme ribadire il regolamento federale ed esprimere il mio pensiero sullo stesso. Le norme parlano chiaro:
"Il premio di preparazione matura all'atto del primo tesseramento del calciatore come "giovane di serie", "giovane dilettante" o "non professionista" (ndr TESSERAMENTO DEFINITIVO).Hanno diritto al premio la Società o le ultime due Società che hanno avuto il calciatore tesserato con cartellino rosa (ndr TESSERAMENTO ANNUALE) nell'arco delle ultime tre stagioni sportive."
Si può obiettare sui parametri e sull'importo del premio da corrispondere, una quotazione effettivamente è senza logica, anche in base al fatto che un ragazzo di 16-17 anni può smettere di giocare da un giorno all'altro e la società buttare via un capitale. E' altrettanto vero che i ragazzi giocano 3-4 anni con una società, vengono scarrozzati per l'Abruzzo, pagando degli allenatori, pagando spese di trasporto, iscrizione, tesseramenti, materiale e poi... "ciao grazie di tutto, è stato un vero piacere, siamo stati davvero bene, ma ora dobbiamo fare l'up-grade, il ragazzo ha questa opportunità, la deve prendere al volo, un saluto... oh... senza rancore eh!"


Facciamo un'esempio standard delle spese e dell'incasso per una singola squadra giovanile, calcolando che al massimo una società ricava da ogni ragazzo circa 70 euro netti tra iscrizione e/o vendita materiale:


CATEGORIA GIOVANISSIMI REGIONALI


ISCRIZIONE: -250,00
ALLENATORE: -3.500,00
PALLONI: -500,00
ATTREZZATURA DIDATTICA: -100,00
DIVISE: -400,00
SPESE TRASFERTE: -300,00
USO CAMPO: -1.350,00
TORNEI: -100,00
CANCELLERIA E VARIE: -50,00
FESTE E CENE: -300,00


TOTALE SPESE: -6.850


QUOTE RAGAZZI 25X70 = +1.750


TOTALE INCASSO: +1.750


DEFICIT: -5.100


Ragazzi nessuna società si vuole arricchire con voi, ma sicuramente un presidente non può andare fallito, quindi quando c'è la possibilità di far in qualche modo cassa, il regolamento lo permette, giustamente una società fa valere i propri diritti, non nei termini di legge, come detto, ma sicuramente trovando una soluzione con la società acquirente. Il "ciao e grazie di tutto!" penso non sia scritto da nessuna parte e su questo penso tutti debbano convenire.

RIPUBBLICHIAMO L'ARTICOLO MOLTO SEGUITO SUL PREMIO DI PREPARAZIONE AGGIUNGENDO LA TABELLA PREMI PREPARAZIONE DELLA STAGIONE 2001-12, QUESTO IL LINK DELLA FIGC

http://www.figc.it/other/TABELLE_PREMI_STAGIONE_SPORTIVA_2011_2012.pdf


Posta un commento